Comprare una macchina, noleggiarla o fare un leasing?

Quando si deve cambiare la macchina abbiamo diverse possibilità. La scelta tra queste dipende spesso da fattori come l’utilizzo complessivo del mezzo, la sua bellezza o le sue capacità intrinseche (e quindi i gusti personali), la destinazione d’uso e naturalmente il prezzo (del listino ma anche della manutenzione). Le possibilità che abbiamo di fronte in genere sono 4:

acquisto di un’auto nuova, si va dal concessionario di una determinata marca e si ordina letteralmente una macchina, dopo averla vista e provata. Può arrivare dopo qualche settimana perché è necessario allestirla secondo le scelte effettuate al momento dell’acquisto. Una macchina nuova costa parecchio: nonostante le formule di finanziamento ci si deve aspettare un prezzo sui 15.000 euro per un’auto media. Esistono modelli meno cari ovviamente, ma le versioni base in genere subiscono dei rincari proprio per gli optional che un sapiente concessionario sa come vendere.

acquisto di una macchina usata, la si può acquistare da privati o come “usato sicuro” presso una concessionaria che si prende in carico di vendere per il suo cliente il mezzo. Il prezzo dell’auto usata dipende dal modello, dall’anno di immatricolazione, dai chilometri percorsi e dallo stato complessivo di elementi importanti come la carrozzeria o il motore.

leasing, con questa formula contrattuale si ha diritto a utilizzare la macchina immediatamente, anche se viene differito il momento dell’acquisto. Alla fine del periodo contrattuale di impiego, per il quale si paga un costo, il cliente può decidere se fare l’intestazione della macchina liquidando la parte rimanente della somma pattuita all’inizio del contratto.

noleggio a lungo termine, viene spesso confuso con il leasing, ma in realtà esso non prevede il passaggio di proprietà alla fine del periodo di utilizzo. Il noleggio a lungo termine funziona proprio come il classico noleggio breve: prendiamo la macchina per un certo periodo, pagando un canone di noleggio. La formula a lungo termine, come suggerisce l’espressione, significa semplicemente che il cliente può noleggiare la macchina per un periodo lungo (anche di 36/48 mesi) nei quali paga un forfait mensile comprensivo di tutto: bollo, assicurazione RCA, assicurazione KASKO, manutenzione ordinaria e straordinaria. Come spiegato bene da www.crent.it, il noleggio a lungo termine è perfetto per privati, professionisti e aziende che sanno quanto vogliono spendere in un periodo prefissato per la propria macchina, senza incorrere in sgradite sorprese.

Vantaggi del noleggio a lungo termine

Dal punto di vista delle aziende e dei professionisti con partita iva, il noleggio a lungo termine presenta dei profili di fiscalità vantaggiosa. Svolgendo professioni che richiedono l’ampio utilizzo della macchina, è possibile scaricare i costi di noleggio sia sull’iva che sull’irpef, con una percentuale che sale al 100% per i rappresentanti di commercio. Il noleggio a lungo termine consente alle aziende di sapere in anticipo quanto spenderanno per l’utilizzo della flotta (carburante escluso), in questo modo possono contingentare i costi, spostando le risorse altrove. Per un privato invece il NLT può essere una valida alternativa all’acquisto a rate che comprende sempre una maxi rata da pagare, che per un motivo o per l’altro può essere difficile da pagare.

Be the first to comment on "Comprare una macchina, noleggiarla o fare un leasing?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*