La bellezza della Sardegna a settembre

Se siete amanti del relax e delle spiagge meno affollate, sicuramente la Sardegna a settembre, come nel periodo della vigilia estiva, fa al caso vostro. L’isola posta al centro del mediterraneo occidentale, gode di un clima tipico per la sua zona, e gode di un clima temperata che allunga di fatto l’estate fin quasi alle porte di ottobre. Anche in questo mese in città come Cagliari o in località come Alghero e Villasimius, le regine delle vacanze estive, è possibile avere delle giornate di sole a ventiquattro, venticinque gradi, forse non l’ideale per fare il bagno, ma comunque gradevoli per delle piacevoli giornate all’aperto.

Nei fatti però la Sardegna a settembre è ancora deputata alla vacanza al mare. Il miglior modo per trascorrere questo periodo in Sardegna è certamente quello di rifarsi delle mancate opportunità di luglio e agosto, quando il pienone impazza e i turisti non solo invadono le spiagge, ma fanno segnare il tutto esaurito in tutte le strutture ricettive.

Come si sviluppa il turismo a settembre? Anzitutto va detto che come nelle altre regioni, il contro-esodo per il gran rientro in città ha inizio l’ultima settimana di agosto. Chi vive in Sardegna nota immediatamente l’afflusso minore di turisti, soprattutto di coloro che rientrano a lavoro, sia nella loro terra, sia all’estero. Però il flusso continua: ci sono solo più posti e più opportunità rispetto al grande picco dei mesi precedenti.

Il turismo e le vacanze in Sardegna

In Sardegna il turismo è organizzato in 3 canali: strutture ricettive di alto livello, strutture ricettive a conduzione familiare, camping e soluzioni a basso costo. Spesso però non è il prezzo a fare la differenza, ma la formula offerta. Ci sono per esempio villaggi turistici e residence all inclusive, che si dichiarano in toto per il turismo formato famiglia. Oppure località che richiamano esclusivamente i giovani, e che puntano su di loro per fare numero. Normalmente, osservando i flussi e i dati, i giovani e le coppie senza figli preferiscono un po’ di fai da te, quindi la vacanza in casa al mare, sfruttando una delle tanti abitazioni costruite nella costa, che si affittano da maggio a settembre. Più si è, in questo caso, maggiore è il risparmio. I villaggi turistici sorgono su tutta la costa della Sardegna, sono diventati una carta vincente di alcune zone rinomate, come la già citata Villasimius oppure Santa Margherita di Pula e Chia, tutte nel sud Sardegna. Queste strutture spesso offrono migliaia di camere, di diversa tipologia, e vengono pensate per un turismo che offre un’esperienza globale. La categoria di servizi offerti varia a seconda della formula proposta, ma non sono pochi i turisti che vogliono trascorrere le proprie vacanze in un villaggio turistico all inclusive (dove è tutto compreso, dall’inizio alla fine della vacanza).

Villaggi turistici all inclusive

In alcuni di questi villaggi si offre la formula residence (bungalow) insieme alla tradizionale, dipende dai costi e dalle situazioni. I nomi più rinomati sono il Tanka Village a Villasimius, una mega struttura in grado di convogliare migliaia di turisti durante tutta la stagione turistica, e che ancora a settembre è in grado di regalare soggiorni da favola. Gli alberghi non mancano: quelli ultra-lusso della zona della Costa Smeralda sono legati all’area geografica propriamente detta, che corrisponde a un consorzio. Una striscia di costa tutto sommato limitata, che non si estende da Porto Rotondo, frazione di Olbia, fino a Porto Cervo, frazione di Arzachena. Non molti chilometri, ma delle viste e dei fondali mozzafiato, la cui bellezza è spesso ostentata insieme a grandi yacht e fotografia di vip provenienti dal mondo della finanza, dello sport e dello spettacolo.

Cagliari in bed and breakfast

In Sardegna i bed and breakfast rappresentano un’ottima soluzione, soprattutto nell’entroterra e nelle località che sono prospicienti al mare, se non direttamente su esso. A differenza della Sicilia, la Sardegna ha pochi villaggi sul mare. Ma se per esempio si vuole trascorrere una vacanza a Cagliari (vedi: http://www.chambresdumonde.it/), una città stupenda da vivere a settembre, per la temperatura più mite e la possibilità di visitarne il centro in tutta tranquillità, il bed and breakfast diventa una soluzione più che valida.

Be the first to comment on "La bellezza della Sardegna a settembre"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*