La pulizia della canna fumaria

La pulizia della canna fumaria

Per una maggiore efficienza e sicurezza costante della canna fumaria, almeno ad anni alterni, è necessario eseguire una pulizia più o meno intensa della stessa a seconda dell’utilizzo che si fa del caminetto durante la stagione invernale. Ma come ci accorgiamo che è arrivato il momento di pulire la nostra canna fumaria? I segnali principali sono: un tiraggio inadeguato, cattivi odori e quando la fuliggine si accumula sul fondo del focolare troppo velocemente. A questo punto è possibile intervenire con attrezzi per il fai da te molto utili allo scopo. Una manutenzione costante e corretta della canna fumaria ne allunga la durata, tiene lontani gli incendi e mantiene nel tempo un’efficienza costante. Per pulire la canna fumaria possiamo intervenire sia dall’alto che da basso, allo scopo di attraversarla con una spazzola lungo tutto il percorso. Le spazzole o scovoli per la pulizia della canna fumaria sono venduti online su siti come www.scovolone.it.

Quale spazzola scegliere

È necessario acquistare uno scovolo che sia delle dimensioni, lunghezza e diametro adeguate ad attraversare la nostra canna fumaria. Per una canna fumaria in muratura (quindi classica), in particolare sarà necessaria una spazzola in acciaio. Sul sito che abbiamo appena citato sono presenti sia questo tipo di attrezzi, ma anche molti altri come le spazzole per termosifoni che servono a pulire tra gli elementi di questi ultimi dove si accumula più polvere ed è difficile arrivare. La spazzola non deve eliminare lo sporco per attrito, altrimenti rischierebbe di rovinare la canna fumaria, ma liberarla perfettamente senza sforzo per rimuovere tutte le impurità che si sono formate col tempo. La pulizia di una canna fumaria risulta più rapida e semplice se viene effettuata dall’alto. In questo caso sarà necessario legare all’estremità anteriore della spazzola un peso. Se abbiamo scelto con attenzione la misura della spazzola, il peso farà scivolare delicatamente la spazzola lungo la canna fumaria per poggiarsi poi sul fondo del focolare, eliminando tutto lo sporco e senza rovinare le pareti del camino. Nel caso di impedimenti, come curve a gomito, potrebbe essere necessario farsi aiutare da una seconda persona in basso, che con una corda legata alla spazzola la tira verso di se.

Pulizia partendo dal basso

Se non è possibile pulire la canna fumaria partendo dall’alto, allora sarà necessario pulire partendo dalla bocca dal camino e quindi dal basso. Quest’operazione è ovviamente meno semplice e soprattutto più scomoda. Si tratta di far passare la spazzola lungo tutto il percorso aiutandosi con un’asta allungabile. Sul sito www.scovolone.it si trovano sia i singoli attrezzi che kit per la pulizia completi, in tal modo ognuno potrà scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze. Il catalogo di prodotti offerti da questa azienda è molto ampio e dispone di attrezzi costruiti con ottimi materiali, progettati per durare a lungo nel tempo. Questi vengono ampiamente testati a livello di flessibilità prima di uscire dalla fabbrica e sono realizzati con materiali antiruggine, in modo da poterli tranquillamente lavare sotto acqua corrente al termine delle operazioni di pulizia.

Be the first to comment on "La pulizia della canna fumaria"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*