Tipologie di sistemi di allarme in casa

Per mettere in sicurezza la propria abitazione dall’intrusione di ladri e malviventi, è necessario installare un sistema d’allarme efficace che vigili su ogni area della propria casa, evitando di porre una semplice videocamera dinanzi la porta d’ingresso, che poco serve a far allontanare i malintenzionati. A seguire tutte le informazioni utili per scegliere la giusta tipologia di sistema di allarme per la casa che fa al caso vostro.

Moderni sistemi di allarme per abitazioni private

In primo luogo è bene chiarire che se si pensa di risparmiare del denaro installando un sistema di sicurezza dotato di un solo allarme, si sta commettendo un errore. Al giorno d’oggi esistono moltissime tipologie di impianti di video sorveglianza accessibili economicamente e alla portata di tutti. Un sistema di video sorveglianza dunque, è in grado di assicurare il controllo in tempo reale di più ambienti mediante delle piccole telecamere poste di solito agli angoli delle camere o all’esterno sopra le porte, che inviano i propri dati grazie al supporto di alcuni pannelli connessi ad un’unica centralina. Anni fa un impianto di video sorveglianza era possibile acquistarlo solo con i cavi, ma oggi c’è un’ampia scelta anche di impianti wireless.

Un’altra tipologia di sistema di allarme per mettere in sicurezza la propria abitazione è quello ad infrarossi, che permette di riconoscere, all’interno delle aree sorvegliate, i movimenti dei malfattori e quindi procede a dare l’avviso mediante un segnalatore acustico. Il sistema ad infrarossi può essere utilizzato sia all’interno che all’esterno della casa e si attiva e si disattiva con un piccolo pannello dotato di pin o accesso tramite impronta digitale che va posto all’entrata della casa.

Il costo della prima tipologia di allarme dotato di telecamere si aggira intorno alle 1.800 euro, senza ovviamente comprendere l’installazione, mentre invece il costo di una singola telecamera ad infrarossi è di circa 900 euro.

Protezione esterna per la casa

La messa in sicurezza della casa non si conclude installando un sistema di allarme all’interno, ma per rendere maggiore il livello di sicurezza è necessario installare anche delle telecamere o altri sistemi di sorveglianza all’esterno.

Una tipologia di allarme decisamente moderna è quella che sfrutta la costruzione di un campo magnetico per evitare l’intrusione di ladri; in sostanza vengono posti dei poli magnetici su porte e finestre praticamente invisibili; in caso di apertura forzata di porte o finestre, il campo magnetico viene disturbato e quindi interrompendosi genera l’attivazione dell’allarme. Una review complessiva delle varie tipologie si può leggere su BG Solution (https://bgsolution.it/antifurto-fai-da-te-guida-alla-scelta-consapevole/).

Inutile dire che per questa tipologia di allarme si spendono oltre tremila euro. Un simile sistema è quello della cosiddetta “protezione a tenda”, ovvero l’installazione di speciali pannelli infrarossi su delle superfici piane come appunto porte e finestre; una volta superata questa barriera, scatta l’allarme in tutta la casa. Le barriere sono molto sottili e una volta effettuata la procedura di installazione permettono addirittura di lasciare la finestra aperta garantendo così la protezione dall’intrusione anche in questi casi. Questa opzione di sistema di allarme per la casa viene solitamente a costare intorno alle seicento euro.

Be the first to comment on "Tipologie di sistemi di allarme in casa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*