Differenze tra hard disk normale e disco a stato solido

Spesso si sente parla di Hard Disk, o disco fisso come viene anche tradotto in italiano, e SSD, disco a stato solido. Ma quali sono le differenze fra le due tipologie di prodotti? Quali i vantaggi di uno e dell’altro, quali sono i loro prezzi medi e quale conviene acquistare?

Se, fino a qualche anno fa, ogni pc montava necessariamente un hard disk, oggi invece c’è la possibilità di scegliere se montare un SSD.

L’HDD, o Hard disk tradizionale, consiste nella memoria fissa del pc: in sostanza è come se fosse il ‘cervello’ del computer, sempre attivo anche quando il computer è spento, quello che mantiene tutte le informazioni memorizzate all’interno del pc.

I dischi rigidi sono piatti, in metallo, hanno anche un rivestimento magnetico dove sono memorizzati tutti i dati che si salvano sul computer.

Invece un SSD, anche se è sempre una memoria fissa proprio come l’hard disk appena visto, è costruito in maniera diversa. Non è un disco, ma un chip di memoria flash – come la RAM – che però non cancella i dati quando il pc è spento.

Il chip può essere installato sulla scheda madre del sistema, e quindi essere fisso, o in una scatola. Essendo dotato di memoria RAM, l’SSD è anche molto più veloce nella lettura e nella scrittura dei dati. Come abbiamo detto, però, si tratta di una memoria RAM particolare: quella classica di ogni pc infatti cancella i dati al momento dello spegnimento del computer, invece a differenza di quanto avviene in questo caso l’SSD mantiene la memoria dei dati anche quando il pc viene spento.

La tecnologia che si usa per gli SSD è diversa, e superiore qualitativamente, rispetto agli hard disk tradizionali, ed anche migliore rispetto alle memorie flash.

Ma quali sono le concrete differenze fra i due dischi, e in che cosa uno è più vantaggioso dell’altro?

Innanzitutto l’SSD come abbiamo detto è molto più veloce dell’hard disk, e quindi il pc si avvierà più velocemente: la velocità di lettura/scrittura dei dati è superiore, generalmente quindi le prestazioni migliorano.

Gli SSD non sono dotati di frammentazione, cioè il file non viene frammentato come avviene sull’hard disk (con conseguente maggiore fatica del disco nel leggerlo).

Dato che l’SSD a differenza dell’HDD non ruota, non si muove, di conseguenza è anche più difficile che si possa rompere (almeno, se parliamo di un computer fisso: invece nei computer portatili il rischio sussiste in entrambi i casi).

Sicuramente però l’hard disk è più economico rispetto all’SSD. Se un Hard disk da un terabyte cosa circa cinquanta euro, un SSD può anche costare dieci volte tanto. Ecco perché l’hard disk è una scelta estremamente più economica. Può essere preferita da chi non ha grosse pretese di performance. Naturalmente l’hard disk tradizionale è soggetto a possibili problemi, che possono causare una perdita di dati. In casi come questi diventa essenziale dotarsi di un backup, altrimenti è necessario ricorrere a un centro di recupero dati hard disk.

Gli SSD sono anche in genere più silenziosi. 

Concludendo, gli SSD sono più moderni, silenziosi, veloci e performanti degli HDD e occupano meno spazio, ma ovviamente il costo fra i due non è assolutamente paragonabile. Anche per questo motivo per molti l’HDD continua a rimanere una scelta obbligata nell’acquisto del pc.

 

(Visited 12 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Differenze tra hard disk normale e disco a stato solido"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi