I regali di natale aziendali

Se chiedete a qualunque imprenditore qual è l’aspetto più determinante del proprio business è difficile che scelga una risposta diversa dalla “soddisfazione del cliente”. Nonostante le esperienze di acquisto siano state modificate radicalmente dall’avvento di internet, soprattutto dei social network e di siti come Amazon, i comportamenti di base seguono schemi psicologici che online possono essere solo amplificati. Un buon imprenditore, inseguendo il meglio per la sua azienda, deve tenere conto di queste “leve” attuando dei meccanismi di vendita che incrociano il desiderio degli utenti di fare un buon acquisto. Vi basta una leggera scorsa alle recensioni di Amazon di un qualsiasi prodotto per capire che il massimo dei voti non corrisponde tanto alla bontà del prodotto, ma alla soddisfazione dell’acquisto. Ci sono casi nei quali gli utenti premiano con più stelle semplicemente perché il prodotto è arrivato bene imballato. In sostanza: per le aziende coltivare i clienti o i fornitori vale quanto una campagna di marketing. E non cambia nulla se si utilizzano metodi derivati dal marketing digitale o presi a piene mani dalla vendita tradizionale.

I regali aziendali possono servire a questo scopo: rinforzare il legame, stabilire una presenza, creare un ponte emotivo che generi ancora maggior spirito di collaborazione, dando peso alla partnership. L’aspetto emotivo non va mai sottovalutato nel business, anche quando si pretende di essere dei dirigenti freddi e calcolatori. Il regalo personale dev’essere pensato perché dovete evitare che finisca nel cestino della spazzatura. Dovete anche evitare che il regalo vi rifletta nel modo sbagliato: dev’essere personale, ma non troppo. La neutralità va mantenuta per evitare un’interferenza eccessiva e per non mettere in soggezione il cliente. Se donate qualcosa di troppo costoso, il cliente potrebbe trovarsi in difficoltà a “restituire il gesto”. La personalizzazione può essere ottenuta con poco, unendo il brand dell’azienda al nome del destinatario. Un altro modo di fare bella figura è quella di spedire dei regali di Natale aziendali che supportano una causa benefica, come i regali aziendali dell’AIRC, l’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro attraverso il sito natale-aziende.it. Grazie a questo regalo, l’azienda verrà vista in modo positivo dal cliente, toccando il tasto giusto, dal momento che purtroppo le malattie sono all’interno di ogni famiglia o quasi. Ciò che conta è che non si sia troppo banali.

Certo, quando si decide di fare un regalo aziendale si può essere molto scontati e quindi banali. Se inviate penne, agendine, calendari il rischio di apparire poco originali è alto. La mancanza di originalità potrebbe essere scambiata per scarsa attenzione verso il cliente o il fornitore, pertanto la scelta dovrebbe cadere su qualcosa di inusuale e innovativo, che non sia ingombrante e che abbia una certa utilità. La tipologia di regalo poi non dev’essere per forza uniforme, per tutti i clienti o i fornitori, in quanto si rischia ancora una volta di banalizzare il concetto. Se ci sono clienti ai quali tenete di più, preparate qualcosa di speciale per loro. Non se ne dimenticheranno.

(Visited 9 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "I regali di natale aziendali"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi