La stampa digitale, una personalizzazione che arriva da lontano

Uno dei fattori più rilevanti che comporta il web è e’strema personalizzazione di ogni servizio o prodotto. Se pensiamo bene al modo in cui ci muoviamo, in rete, ci renderemo conto che quasi tutto è personalizzato. Quando effettuiamo una ricerca da Google, il motore di ricerca ci fornisce i risultati personalizzati. Ovvero delle pagine filtrate a seconda dei nostri gusti e interessi che abbiamo manifestato durante la ricerca oppure sfogliando i canali di YouTube. E cosa dire delle categorie di Amazon? Vi basta recarvi sul vostro account per accorgervi che Amazon filtra i prodotti in base alla cronologia di navigazione e agli acquisti sicuri. Ma la personalizzazione raggiunge punte assolute quando si tratta di dare un tocco personale ai colori.

Quando Henry Ford costruì la prima automobile in serie per il popolo americano, pensava in modo semplice, anche se raffinato: alzo il salario ai miei dipendenti, che costruiscono la macchina che essi stessi desidereranno acquistare. Ma la macchina era nera, di serie come si dice. Il prodotto in serie è indubbiamente il grande protagonista della catena di montaggio e della super-produzione di massa che oggi conosciamo, grazie anche a fenomeni come la delocalizzazione. Ma come spiegare che siamo passati da una macchina in serie priva di accessori e dello stesso colore alla vasta scelta odierna?

Il punto è che la tecnologia ormai è talmente avanzata che riesce a produrre delle variazioni dalla serie, che si possono gestire tranquillamente con un ordine. Prendiamo il caso della stampa digitale delle magliette. Ancora nella prima metà del secolo scorso, la stampa della maglietta era molto costosa: la colorazione era un processo antico, conosciuto fin dall’epoca classica, ma aveva un prezzo dovuto al fatto che si utilizzavano dei coloranti naturali. Con la scoperta dei coloranti artificiali questo procedimento è diventato molto più snello e ovviamente meno costoso. Ma oggi addirittura è possibile far uscire da una stamperia digitale, una t-shirt completamente personalizzata, che ha le stesse caratteristiche di resistenza e affidabilità di un prodotto uscito direttamente dalla fabbrica e poi immesso nel mercato, attraverso i tradizionali circuiti.

Grazie a queste conquiste tecnologiche è possibile costruire prodotti altamente personalizzati, senza intermediari, che possono essere utilizzati in diversi frangenti, come ad esempio la produzione di gadget promozionali. Un’azienda in questi casi può fare arrivare il suo messaggio in modo più netto, preciso, a costi minori che in passato, stampando su qualsiasi oggetto e in qualsiasi formato. Dal punto di vista del lavoro quindi stiamo assistendo a un fenomeno curioso di deviazione dalla servilità, a favore di esperienze di acquisto sempre più personalizzate.

(Visited 14 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "La stampa digitale, una personalizzazione che arriva da lontano"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi