salvare le password
Hosting wordpress a 1€ Hualma

Chi naviga spesso online sa benissimo che una delle cose che in assoluto ci fa perdere più tempo (e pazienza) è quella di dover ricordare tutte le password con le quali ci siamo registrati ai vari siti. Oltre al fatto di dover creare una password sicura c’è anche l’aspetto di dover segnare da qualche parte le password utilizzate. La memoria può essere buona ma se abbiamo 20,50 o 100 password da ricordare, alla lunga potrebbero esserci problemi. C’è chi utilizza sempre la stessa parola d’ordine per tutto ma oltre ai problemi legati alla sicurezza (se un malintenzionato dovesse impossessarsi di un nostro account di conseguenza avrebbe accesso a tutto) c’è anche il fatto che non sempre i portali utilizzano gli stessi criteri di creazione di password: c’è chi richiede almeno 8 caratteri ed accetta solo lettere e numeri senza poter includere caratteri speciali, chi per motivi tecnici vuole che vengano utilizzati solo numeri e così via.

La maggioranza degli utenti crea un file di testo all’interno del proprio computer con tutte le password, altri invece appuntano sulla propria agenda tutte le combinazioni. Esiste però anche un metodo molto più semplice ed efficace e cioè quello di dotarsi di un software per la gestione delle proprie passsword. In questo articolo abbiamo selezionato i migliori.

Lastpass

Lastpass è forse il programma più conosciuto e diffuso ed è disponibile con tutti i sistemi operativi (Windows, MAC ed Android). In realtà non è un vero e proprio programma ma si presenta come un estensione del browser. Una volta effettuata la registrazione ed installato il principio di funzionamento è molto semplice. Ogni volta che capitiamo su un sito che ci richiede di effettuare una registrazione, questo addon memorizza i dati inseriti. Da quel momento non dovremo più preoccuparci di salvare i nostri parametri di accesso. Con Lastpass dovremo ricordarci solamente la password principale.

Il programma è disponibile sia in versione gratuita che a pagamento. La differenza principale è che Lastpass free non permette l’accesso di emergenza ai propri dati (nel caso in cui fossimo impossibilitati personalmente a farlo) e non ha uno spazio di archiviazione per salvare i nostri documenti più riservati.

Non ci sentiamo di consigliare l’una o l’altra versione perché molto dipende dalle circostanze, vi diciamo però che la versione a pagamento dell’estensione costa circa 35 €

Roboform

Roboform è l’estensione per la gestione delle password che anche noi utilizziamo. Rispetto a Lastpass si dfferenzia principalmente per due aspetti: la prima è che l’intefaccia è meno curata a livello estetico, la seconda è che non è disponibile una versione gratuita. In realtà esisterebbe ma non avrebbe molto senso in quanto la limitazione sta nel numero massimo di accessi (che attualmente è 10). Potete benissimo immaginare che qualsiasi persona che utilizza un addon di questo tipo non inserisce una password una volta all’anno.

La buona notizia è che la versione completa del programma ha un costo veramente accessibile, il prezzo infatti è di solamente 23 euro/annui. Anche Roboform come Lastpass è compatibile con tutti i sistemi operativi.

Keepass

Concludiamo con un’alternativa completamente gratuita. Keepass è il programma open source più conosciuto per l’archiviazione delle password. A differenza dei precedenti è un vero e proprio software che viene installato sul proprio sistema operativo (a proposito anche Keepass è compatibile con Windows, Linux e Mac). Una volta installato ed inserita una master password Keepass funzionerà come una vera e propria cassaforte che cripterà in modo sicuro i vostri dati.

Il programma come abbiamo detto è completamente gratuito. I punti deboli sono sicuro la grafica che è molto scarna e soprattutto il fatto che la frequenza con il quale viene aggiornato è molto bassa.

Hosting wordpress a 1€ Hualma